Author

Valentina Guglielmi

Browsing

Le grotte della Puglia costituiscono una meraviglia assoluta per tutti gli appassionati di speleologia. Lungo il territorio pugliese si trovano migliaia di siti, alcuni dei quali anche piuttosto spettacolari e scenografici. In uno scenario roccioso, con grotte che si affacciano direttamente sul mare, la Puglia presenta una scelta varia e ampia, dato che le cavità sotterranee sono presenti tanto nella provincia di Bari quanto nel Salento.

 

Il termine Salento ha origini incerte. Alcuni lo farebbero derivare da “sale”, inteso come “terra circondata dal sale-mare”: i Romani, infatti, indicavano con Sallentini gli abitanti delle paludi acquitrinose che si addensavano intorno al Golfo di Taranto, altri sostengono invece che deriverebbe dal nome dei coloni cretesi che qui si stabilirono, chiamati Salenti in quanto originari dalla città di Salenzia.

PRIMA TAPPA: LECCE LA CITTA’ BAROCCA

Prima tappa del nostro itinerario è la bellissima città di Lecce.

Città barocca, che qui si esprime come mai in nessuna altra città, esplode in una declinazione del tutto particolare e specifica, fino a meritarsi l’appellativo di barocco lecceseDecorazioni sgargianti che arricchiscono i rivestimenti degli edifici, i colori intensi della pietra leccese: un calcare tenero e compatto, dai colori caldi e dorati che si presta molto bene alla lavorazione con lo scalpellino. L’arte barocca si diffuse a Lecce nel Seicento, durante la dominazione spagnola, sostituendo l’arte classica e creando uno stile che lasciava spazio alla fantasia e all’immaginazione. Il centro storico è ricco di esempi della lavorazione di questa pietra in monumenti, chiese ma anche balconi e terrazze delle abitazioni private. Ma non è solo il Barocco a caratterizzare Lecce: ospitale, ordinata, con una grande gastronomia e un mare eccezionale a pochi passi, è una delle mete imperdibili da visitare in Italia.

 

Pin It